News dal Centro Maschile

  • A darcele il nostro responsabile dei progetti per gli ospiti.

    Il tempo del Coronavirus è un tempo difficile e complicato per tutti. Per chi vive in una comunità assume le fatiche della sedentarietà, del sentirsi bloccato e fermo rispetto a quanto stava ricostruendo e riconquistando.
    Inoltre non è stato semplice nè per noi operatori tantomeno per tutti i nostri ospiti capire la gravità di quanto stava accadendo e l’iportanza di rimanere in casa.
    In queste settimane la nostra comunità è rimasta aperta 24 su 24 con turni ridotti degli operatori e senza quasi alcun apporto dei volontari, a parte un paio di preziosi aiuti.
    Il problema da affrontare è stato il controllo delle persone ospitate, della loro salute e di tutti i comportamenti igienico sanitari a loro e nostra protezione.
    Successivamente abbiamo operato per animare le giornate cercando di stimolare le persone in vario modo. Sono state proposte di piccola manutenzione della casa, attività di laboratorio come la realizzazione di mascherine, o il giardinaggio attraverso la semina dei nostri vasi sui balconi, giochi di gruopo, piccole attività fisiche come il ping pong oltre chiaramente a incentivarli a cucinare e preparare deliziosi manicaretti.
    Il tutto è passato da un grosso lavoro di coinvlgimento degli ospiti e da interventi di ascolto e sostegno psicolgico sia indviduali che di gruppo.
    Ecco alcune nuove immagini che raccontano le nostre giornate…

© 2015-2019 Cena dell’Amicizia Onlus - tutti i diritti riservati - C.F. 97056950153 - Credits Anyway Comunicazione