Natale con i “nostri”

  • Si dice “Natale con i tuoi…” e naturalmente si pensa ai propri famigliari più stretti, ma per noi di Cena “i nostri” sono anche loro, i nostri Ospiti, che non hanno una famiglia con cui passare il Natale.

    Durante le festività la solitudine e la fatica di costruirsi un futuro migliore generano emozioni contrastanti, difficili da gestire per le persone senza dimora e così per tutto il mese di dicembre i volontari e gli educatori raddoppiano il proprio impegno per far sentire loro tutto il calore della loro presenza.

    In questo periodo ogni luogo di accoglienza in cui siamo presenti diventa una famiglia per le persone che lo frequentano e così da noi il Natale si moltiplica per tre:

    Innanzitutto nel salone di via Lattanzio festeggiamo il martedì prima di Natale con una Cena del Martedì davvero speciale e regali per tutti gli ospiti. Regaliamo oggetti caldi e utili come maglioni, scarpe o biancheria intima. Come forse sai già la “Cena del Martedì̀” è un momento settimanale di incontro tra volontari e persone senza dimora, che ricrea quel tessuto di relazioni e di amicizia di cui gli Ospiti hanno tanto bisogno. Molti di loro infatti vivono in dormitori o in alloggi di fortuna dove c’è poco o nulla per scaldarsi. Con il passare degli anni questo è diventato il luogo dove respirare un’atmosfera di casa, sentirsi accolti, trovare ascolto e aiuto per risolvere i piccoli o grandi problemi della quotidianità̀, incontrare qualcuno, ricevere un regalo di Natale pensato apposta per sè.

    Il secondo luogo è il Centro maschile Clemente Papi dove festeggiamo il 25 dicembre a pranzo, come da tradizione. Anche qui facciamo trovare ai nostri ospiti un piccolo dono sotto l’albero. Il Centro ospita 12 uomini senza dimora con l’obiettivo di riportarli ad una vita autonoma a livello economico e psicologico. Le loro esistenze sono state pesantemente segnate: problemi di alcolismo, disagi psichici, povertà e esclusione. “Un luogo pulito e ben illuminato”, come l’ha descritto un Ospite, ma anche la base da cui ripartire per un percorso di reinserimento lavorativo e sociale.

    Infine, la Casa di Alessia, il nostro centro maggiormente multietnico dove si festeggia il Natale in base al credo religioso dei presenti: il 25 dicembre si sta insieme fino a sera affiancando una tajine al panettone. La Casa di Alessia è uno spazioso appartamento condiviso per ospitare fino a 6 persone al termine del loro percorso di autonomia e responsabilizzazione e che tuttavia hanno bisogno ancora per un poco di vivere insieme con altri, in una vera famiglia allargata.

    Se il Natale si moltiplica per tre, moltiplica anche tu il tuo sostegno e aiutaci a far sentire agli Ospiti il calore di una famiglia, il calore di una casa, il calore del Natale.

    Dona 20 euro perché un ospite del centro maschile o di casa di Alessia trovi un dono sotto l’albero, dona 50 euro per regalare la cena di Natale e un regalo a 4 ospiti della Cena del Martedì, con 100 euro regalerai il brindisi finale per tutti!

    Ti ringrazio fin d’ora per ciò̀ che potrai donare! Con profonda riconoscenza e i più̀ cari auguri per un sereno Natale.

    Carluccia Gussoni
    Presidente Cena dell’Amicizia

    P.S. Per fare una donazione puoi fare un bonifico a Cena dell’Amicizia IBAN IT86P0306909606100000119668. Se preferisci puoi utilizzare la carta di credito o il tuo conto PayPal sul nostro sito www.cenadellamicizia.it.

Dona ora

© 2015-2021 Cena dell’Amicizia Onlus – (ODV) tutti i diritti riservati – C.F. 97056950153 – Anyway Comunicazione