Cena del Martedì prosegue in modalità delivery

  • Dopo il successo della Cena di Natale in Delivery i volontari della Cena del Martedì hanno deciso di provare a portare avanti questa modalità di aiuto ancora per un po’, fino a quando la situazione non permetterà delle modalità di incontro anche a porte chiuse.

    Cena del Martedì è condivisione di cibo con amici sfortunati ma soprattutto un caldo abbraccio affettuoso, un momento conviviale di normalità; come realizzare tutto questo oggi?

    In questa fase terribile della pandemia, dove l’utilizzo della mascherina o altri dispositivi di protezione delle vie respiratorie e il distanziamento sociale sono necessari per proteggersi dalla diffusione del Covid, Cena del Martedì Delivery ha lo scopo di offrire ai nostri Amici bisognosi, un pasto caldo in modalità delivery, nel pieno rispetto della sicurezza sanitaria, della normativa e della qualità del cibo somministrato.

    Ma Cena del Matedì non è solo un pasto caldo per  cui per noi è altresì fondamentale non disperdere il valore di relazione, amicizia, sostegno e contributo svolto dalla rete di volontari.

    Francesco, un nostro volontario, per far si che i volontari usassero il loro tempo e energie nella relazione con le persone che aiutiamo e non in cucina con le pentole ha avuto l’ottima idea di coinvolgere in questo progetto la società municipalizzata SETTIMOPERO WELLFOOD  che gestisce la refezione scolastica e la ristorazione.

    Grazie al gentile contributo dello chef responsabile Daniele Paralovo, la società rende disponibile un pranzo completo, suddiviso in mono porzioni, in recipienti non compostabili, sigillati con plastica termo scaldata ad un prezzo simbolico.   

    Inoltre abbiamo deciso di usare contenitori termo isolati che consentono di gestire il trasporto e la consegna dei pranzi caldi.

    Martedì 18 gennaio siamo partiti con il primo appuntamento non natalizio di Cena del Martedì Delivery: un gruppo di volontari è andato a prendere i  35 pasti completi {(lasagne, roastbeef, verdure in confezioni sigillate “da microonde”, condimenti, pane,mandarini) e li hanno portati nella nostra sede di Via Lattanzio dove altri volontari erano pronti ad assembrare tutto in colorati sacchetti.

    Nei gironi scorsi ovviamente era stato organizzato una catena telefonica per contattare e dare appuntamento a 35 degli ospiti abituali della cena del martedì sera.

    Purtroppo non è stato possibile mangiare tutti insieme ma nonostante il freddo è stato un momento importante di incontro; nessuno era venuto solo per il sacchetto del cibo e siamo riusciti a creare un momento di incontro nonostante il distanziamento.

© 2015-2019 Cena dell’Amicizia Onlus - tutti i diritti riservati - C.F. 97056950153 - Credits Anyway Comunicazione